Norvegia

"Avevo sentito parlare della presenza regolare delle orche nei fiordi, a nord delle Isole Lofoten in Norvegia. Era molto tempo fa. Questo grande incontro con la Natura è avvenuto a novembre. Per motivi diversi, non ho mai avuto l'opportunità di partecipare . "

Le orche venivano lì regolarmente ogni anno, poi hanno abbandonato questa zona per rimanere al largo e ho pensato che non le avrei mai viste.

Tuttavia, circa dieci anni fa, sono tornati e ho avuto la fortuna di poterli filmare nel 2015 per Blue Planet II. Era nelle acque poco profonde dell'isola di Vengsoya, una piccola isola che in un decennio era diventata la Mecca degli orchi!

Ma secondo fonti scientifiche, nel 2016 avevo sentito dire che aringhe e orche potrebbero non essere all'appuntamento di Vengsoya nel novembre 2017 ...

orque1.jpg
orques6.jpg

Così ho lasciato Grenoble su strada il 26 ottobre 2017 alle 8 del mattino e sono arrivato a Tromso 6 giorni dopo, il 31 alle 15, trascinando dolorosamente uno Zodiac Pro Man 15 di 6m30 per 3850 km…. e dopo aver cambiato due volte i cuscinetti a sfera del rimorchio sul ciglio della strada. Lo Zodiac è stato l'elemento capitale per avere successo perché era necessario poter raggiungere le zone di immersione dalla barca a vela.

"Jabec" quindi ha fatto il viaggio! Un grande grazie a Sami Atlantique e Brice Guitton da cui ho potuto ottenere il veicolo giusto per trainare l'intera cosa, un Mercedes Vito 116. Grazie Brice!

norway-road.jpg

Il 1 ° novembre mi sono imbarcato con alcuni amici su Norbreez, una Bavaria di 44 piedi che ci avrebbe portato ovunque volessimo!

E sto citando il mio secondo capitano, Pierre Vidalot, anch'egli appena brevettato sul rebreather Revo ...

Oltre a questo, devi saperne di più.

voilier-bavaria.jpg
norway-equipe.jpg

Il tempo di fare shopping (tra noi è stato un duro colpo) e il 3 novembre siamo partiti da Tromso per Vengsoya, giusto per verificare la presenza o meno delle orche. Ma Vengsoya era diventata, come previsto, un deserto senza un solo uccello, senza un solo respiro di balena ...

Vengsoya.jpg

La rete di scienziati mi aveva informato che le orche erano con le aringhe molto più a nord, ma soprattutto fuori dai fiordi, al largo della costa, dove batte ...!

Quindi ci siamo diretti a nord.

norway-zodiac.jpg
baleines.jpg

"Quasi quaranta balene arrivano, sul fronte dello Skjervoy ..."

Nei fiordi, la mia prima sorpresa è stata vedere il gran numero di balene megattere. Due respiri qui, tre o quattro un po 'più avanti e poi un gruppo di una quarantina di balene che vanno e vengono davanti a Skjervoy.

chalut.jpg

Le aringhe non sono tornate nei fiordi fino a dieci giorni dopo. Purtroppo erano approfondite ed è stato molto complicato filmarle a causa della mancanza di luce.

Dopo dieci giorni, le aringhe tornarono finalmente in numero maggiore in questi fiordi e fu autorizzato l'ingresso dei pescherecci con reti a circuizione.

chalutiers.jpg

Il vero spettacolo stava finalmente per iniziare ed è allo spuntar del giorno quando la rete è lungo lo scafo della barca che la scena è la più suggestiva. Le aringhe scappano dalla rete e non meno di cinquanta orche e 5 o 6 balene beneficiano di questo alimento facile.

chalut-baleine-orques.jpg

Balene e orche nel bel mezzo di una festa

chalutier-staaloy1.jpg
nystrom-chalutier.jpg
Orques en Norvège
Orques en Norvège

Orques chassent les harengs

press to zoom
Orques en Norvège
Orques en Norvège

Les orques chassent les harengs

press to zoom
Orque en Norvège
Orque en Norvège

Orque en surface

press to zoom
Orques en Norvège
Orques en Norvège

Orques chassent les harengs

press to zoom
1/13

Il team di ripresa e navigazione

norway-equipe.jpg
didier-noirot-norway.jpg
norway-equipe2.jpg
norway-orques.jpg